EMATITE – la concentrazione

Impiego

L’ematite è una pietra molto energetica e rivitalizzante, in grado di aumentare il magnetismo personale, attivando ottimismo, volontà, coraggio; favorisce inoltre il radicamento delle energie, per cui rappresenta un cristallo non facile da padroneggiare ma molto potente per quanti se ne sentono attratti.

Ematite. Stimola il coraggio e il senso di concretezza. Utile agli studenti favorisce la concentrazione. Combatte l'anemia, stimola la circolazione, fluidifica il sangue. Rigenera i tessuti e cicatrizza le ferite.

Ematite. Stimola il coraggio e il senso di concretezza. Utile agli studenti favorisce la concentrazione. Combatte l’anemia, stimola la circolazione, fluidifica il sangue. Rigenera i tessuti e cicatrizza le ferite.


Si consiglia di portarla con sé, tenendola a diretto contatto con la pelle o, all’occorrenza, di adagiarla sul corpo. Il suo uso è controindicato in caso di infiammazioni, in quanto può acuirle. Per ottenere il massimo da questa pietra è meglio utilizzarla sotto forma di sfera; basterà metterla nella zona del corpo che ci duole, la sensazione di sollievo sarà molto rapida. Le sue proprietà curative sono miracolose e possiede una capacità particolare di alleviare il dolore. Ha il potere di assorbire le energie mentali disperse, ma anche di attrarre verso di sé le energie disequilibrante del nostro veicolo fisico e quindi toglierci il dolore. Per raggiungere una maggiore consapevolezza dell’elemento terra si può costruire un quadrato di ematiti e sedersi all’interno arrivando ad avvertire le sue qualità peculiari quali la fermezza, la volontà, il coraggio, la coscienza dei bisogni fondamentali e il desiderio di soddisfarli.

Proprietà terapeutiche
In questi termini l’ematite ha effetti altamente positivi sulla circolazione sanguigna, attivando un organo come la milza e attivando nel contempo la resistenza allo stress; aiuta inoltre la circolazione dell’ossigeno attraverso il corpo e rafforza i corpi fisico ed eterico. E’ consigliata come coadiuvante nella cura della dismenorrea e durante la gravidanza o l’allattamento, quando la madre tende a cedere ferro al bambino.
Non è consigliabile per coloro che soffrono di ipertensione.
Posizione
Chakra I
Pulizia
Può essere scaricato da disarmonie dopo l’uso tenendolo per un’ora sotto sale grosso. Se sciacquato brevemente sotto l’acqua corrente asciugarlo subito. Può essere ricaricato ponendolo al sole per qualche ora.
Luce di carica
L’ematite si sintonizza con i raggi del sole.
Spirito
Rafforza la voglia di vivere dell’individuo e lo induce a migliorare le condizioni della sua esistenza.
Psiche
Rinsalda la volontà del soggetto, e lo rende acutamente consapevole delle aspirazioni che ancora attendono di essere realizzate. Conferisce dinamismo e vitalità.
Mente
Spinge l’individuo a prendersi cura dei propri bisogni fondamentali e, perciò, del suo benessere fisico, incoraggiandolo all’occorrenza a combattere per soddisfarli.
Livello fisico
Migliora l’assimilazione del ferro da parte dell’intestino tenue, e stimola la produzione dei globuli rossi. In tal modo, determina un aumento dell’apporto di ossigeno a tutti i tessuti dell’organismo, con un conseguente miglioramento delle condizioni generali di salute dell’individuo.
Descrizione
L’ematite è un ossido di ferro, sistema con prismi a forma tubolare.
Colore e aspetto
È una pietra molto pesante perché in essa l’elemento ‘ferro’ è super concentrato. A prima vista l’ematite sembra avere un colore che va dal grigio cenere al grigio scuro o nerastro, ma se si osserva con strumenti appropriati o se si sfrega su un pezzo di porcellana porosa si può vedere il suo vero colore: il rosso.
Storia
Il nome deriva dal greco “haima” che significa ‘sangue’ e “tite”, pietra da cui il nome di “pietra di sangue”. Nota da sempre come minerale da cui si estrae il ferro.
L’ematite era già impiegata a fini terapeutici nell’antico Egitto in Babilonia e ancora nel Medioevo, per stimolare la produzione del sangue per accelerarne la coagulazione.
Utilizzata dalle antiche popolazioni del bacino del Mediterraneo, si riteneva che l’ematite fosse un potente protettore durante le battaglie – un po’ come il turchese per le civiltà degli indiani d’America – e che facesse in modo che determinate richieste venissero esaudite rivolgendo le proprie preghiere al Grande Spirito.
Provenienza
Solo ai fini ornamentali l’ematite proviene dall’Isola d’Elba, altrimenti è più indicata l’ematite inglese tedesca o svizzera.

* AV-MG-MGC

 

Il valore di un uomo si misura dalle poche cose che crea, 
non dai molti beni che accumula. 
(Kahlil Gibran)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...