Cristalli di Sale – Storia

Cristalli di Sale – Storia

Nella storia del baratto il sale ha sempre avuto una posizione predominante al punto da chiamarlo oro bianco, Flavio Magno Aurelio Cassiodoro affermava “All’oro si può rinunciare, al sale no.” I soldati romani venivano pagati con il sale da cui l’espressione salario per indicare appunto la paga. Nell’antico Egitto era prezioso al punto da poterlo donare solo ai Faraoni.
La tipica moneta celtica heller deriva dal vocabolo hall che significa sale.
Nel suo Milione, Marco Polo racconta come il sale fosse moneta di scambio al pari dell’oro e di fondamentale importanza nell’economia della Serenissima che lo commercializzava tracciando delle vere e proprie “rotte del sale”; ancor’oggi si possono ammirare i Magazzini del Sale opera di ingenti dimensioni costruita nel punto strategico della città e adibita all’approdo delle imbarcazioni della potente repubblica marinara.
Nei tempi antichi in Baviera un quarto delle imposte veniva versato al sale. Molti nomi di città alludono a importanti ritrovamenti del sale: fra le altre Bad Reichenhall (ricco di sale), Salzburg, Salzgitter, Badsalzuflen.
Nell’epoca delle colonizzazioni gli schiavi venivano comprati anche con blocchi di sale.
l monaci nel medioevo portavano i malati nelle caverne di sale e lasciavano che respirassero particelle di sale.
Nel XIX secolo questo trattamento ebbe un picco di popolarità osservando che i minatori delle grotte di sale in Polonia presentavano una drastica riduzione, rispetto allo popolazione in generale, delle patologie polmonari.
Ad oggi molte sono le miniere di sale utilizzate a scopo terapeutico, di cui la più famosa è quella di Wieliczka nei pressi di Cracovia in Polonia. Al suo interno si estende una vera e propria città fatta di cunicoli e gallerie: a più di 200 metri di profondità si trova un sanatorio dove chiunque può beneficiare degli effetti di questo microclima.

ORIGINI DEL NOME SALE
Il termine sale risale alla radice indogermanica “sal” (pallido, grigio) che si trova nelle parole tedesche SALZ (SALE), SAAL (sala) e SELEN (ANIMA), . Il legame fra queste parole è evidente sia nella mitologia sia nell’arte del guarire. Esiste evidentemente un rapporto col mare (in tedesco SEE): il sale infatti viene estratto dal mare e inoltre nella mitologia germanica anche le anime (SEELEN) provengono dall’acqua. Anche il termine greco HALS: sale, da cui deriva la parola HALIT= ALITE, il nome di un minerale, deriva da HALOS= MARE.

*AV-ES

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...