CALCEDONIO

Impiego
Può essere tenuto addosso per lunghi periodi come pietra ornamentale montata su anelli, bracciali, o medaglioni. Portato come collana aumenta la lattazione, stimola la fiducia e la comunicazione, rafforza la memoria, eleva la consapevolezza di sè e il senso dell’altro. In alternativa, lo si può applicare direttamente sulla regione interessata. Per problemi inerenti organi specifici, si consiglia di ricorrere alle rosette di calcedonio, sulle quali sia riprodotto il disegno dell’organo in questione. Posizionato sui chakra principali quotidianamente durante il rilassameno ha un effetto protettivo. Messo sulla fossetta della gola ne riequilibra le funzioni, amplifica la respirazione, mantiene costante la temperatura corporea specialmente durante l’estate, facilita la comunicazione. Applicato insieme alla crisocolla e alla labradorite sulle spalle, agisce contro le tensioni.

Utile per problemi a gola, tiroide, corde vocali. Combatte l'arteriosclerosi. Aumenta la produzione del latte. Distende i nervi. Tranquillità. Scaccia malinconia.

Utile per problemi a gola, tiroide, corde vocali. Combatte l’arteriosclerosi. Aumenta la produzione del latte. Distende i nervi. Tranquillità. Scaccia malinconia.


 

Posizione
V chakra.
Luce di carica
il calcedonio azzurro entra facilmente in sintonia con la luce del sole.
Spirito
Il calcedonio blu rappresenta entrambi gli aspetti della comunicazione: la capacità di ascoltare e di capire, e quella di farsi capire. Esso fa crescere il desiderio di contatto con gli uomini, gli animali, le piante e tutti gli esserei viventi. Così come si armonizza perfettamente con l’ambiente in cui viene collocato, allo stesso modo, questo minerale rafforza la capacità di adattamento dell’individuo, riducendo le sue eventuali resistenze nei confronti del cambiamento, senza che questo comporti una rinuncia alla sua identità.
Psiche
Il calcedonio blu rende spensierati e fa aumentare la fisucia in se stessi, producendo un’attitudine ottimistica nei confronti della vita. Genera nell’individuo un aumento della consapevolezza, facendogli percepire in modo più profondo i suoi sentimenti, desideri ed aspirazioni. Grazie a ciò il soggetto può comprendere meglio le proprie motivazioni e, all’occorrenza, cambiarle. Il calcedonio blu, inoltre, rafforza la memoria e consente di affrontare le situazioni di stress. Non a caso, infatti, viene considerato la pietra più adatta per gli esami.
Mente
Il calcedonio blu migliora la capacità oratoria, l’abilità dialettica e la facoltà di parlare utilizzando il linguaggio altrui. Per questo motivo, è stato definito la pietra della diplomazia. Esso, inoltre, promuove l’apertura mentale e rafforza la capacità di comprensione e di realizzazione dell’individuo, esaltandone la creatività e facendolo aprire alla propria intuizione.
Livello fisico
Il calcedonio blu guarisce le affezioni dell’apparato respiratorio, come raffreddori o disturbi prodotti dal fumo. Quello striato, in particolare, favorisce la rigenerazione delle mucose. Questo minerale attenua i sintomi della metereopatia, e gli effetti di un’eccessiva pressione all’interno del globo oculare (glaucoma), sull’apparato uditivo e sull’equilibrio. Espleta un’azione antiinfiammatoria, riduce la pressione del sangue e tiene bassa la temperatura dell’organismo quando fa molto caldo. Stimola il flusso della linfa e dei fluidi corporei; elimina i depositi di acqua nei tessuti e favorisce la secrezione delle ghiandole endocrine. Infine, stimolando la produzione di insulina, si rivela utile nei primi stadi del diabete.
Le versioni celeste, bianca e rosa di questo minerale possono stimolare la produzione del latte materno durante il periodo di allattamento. La produzione del latte materno, infatti, ricorda quella del calcedonio: esso si forma negli interstizi cellulari della mammella, viene convogliato attraverso sottili canali, per raccogliersi infine nella ghiandola mammaria.
Descrizione
Ossido di silicio della famiglia dei quarzi
Colore bianco/azzurro a strisce, blugrigiastro, blu, giallo, rosso, arancio, verde, bruno o nero
Aspetto
Il Calcedonio è formato da un aggregato di piccolissimi cristalli fibrosi di silice cristallina paralleli fra loro mescolati a porzioni di silice idrata amorfa o di quarzo microcristallino. In ambito gemmologico si intende solo il minerale dal colore tenue, biancastro o grigio azzurro.
Storia
Il nome deriva dal greco chalkedónios da Chalkédon, antica città della Bitinia. Tutte le varietà sono considerate pietre dure e utilizzate a scopo ornamentale.
Provenienza
Tra i giacimenti antichi ricordiamo quelli indiani dello Stato di Bombay e quelli toscani della zona di Volterra, sfruttati in epoca etrusca.
* ES-MG-MGC

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...